Fulmini e polpette

Le buone pratiche per una dieta amica del clima

Le temperature medie aumentano troppo velocemente, i fenomeni eccezionali – alluvioni, siccità, uragani – diventano consueti. La biodiversità è una delle prime vittime di questa situazione; il livello dei mari si alza, i ghiacciai si sciolgono ed è chiaro che su tutto questo l’uomo ha forti responsabilità.

Ma, sebbene le questioni climatiche siano al centro del dibattito politico mondiale, il rapporto tra cibo e clima, tra sistemi alimentari e impatti ambientali, sembra essere rimasto un po’ ai margini della discussione.

Proviamo allora qui a capire in che misura il sistema agroalimentare determini e subisca i cambiamenti climatici. A partire dai comportamenti individuali e dalle scelte alimentari quotidiane, ognuno di noi può incidere in maniera positiva o negativa sull’ambiente. Non importa, infatti, quale sia il nostro mestiere o quali siano le nostre competenze. Il cibo è un elemento che accomuna tutti e le scelte che riguardano la nostra alimentazione sono lo strumento per ottenere buoni risultati sul breve periodo.

Nelle prossime pagine proveremo a dare alcune indicazioni su come modificare le abitudini a tavola dalla spesa alla cucina: 10 consigli per contribuire a mitigare i cambiamenti climatici in atto.