Food Film Fest dal 13 al 17 Settembre 2016 a Bergamo

 

logo-congiunto-300Risvegliare la mente e i sensi: con Slow Food delle 3 condotte di Bergamo i Laboratori nati dai film in concorso

Alle 18.30 in DOMUS aperti a tutti su prenotazione: tanti temi diversi suggeriti dai film in programma al termine degli incontri. 

E con la Condotta giovanile, ad Astino una mostra sensoriale sulle leguminose.

logo fff 2016

“Food Film Fest 2016 ritengo sia un eccellente contributo al dibattito e confronto sul tema del cibo – sostiene Enrico Radicchi della Condotta SlowFood Bergamo – che negli ultimi 10/15 anni ha aggiunto agli aspetti di contesto sociale ed economico, anche quello della sostenibilità ambientale

Oggi non si può parlare di produzione di cibo se non risaliamo alla sua sostenibilità sociale, di difesa della biodiversità e dell’ambiente. I film in concorso hanno un sottile legame che ripercorre la fatica, la tradizione, la cultura e il rispetto per l’ambiente, nella produzione di cibo non omologante, per un’alimentazione “Buona, Pulita e Giusta”. Slow Food, dalla sua nascita, ha perpetrato l’obiettivo di dare la giusta collocazione del Cibo nell’ambito di tutte le società e i paesi del Pianeta.

 

I Laboratori del Gusto, previsti nel programma della manifestazione, poco prima delle proiezioni dei film in concorso, hanno l’obiettivo di rendere più consapevoli i partecipanti di fronte al tema dell’alimentazione, attraverso l’attivazione sensoriale che ognuno di noi è andato perdendo, proprio a causa della produzione di cibo omologante”.

SUI LEGUMI DEI GIOVANI DI SLOW FOOD

Novità di questa nuova edizione la collaborazione di Slow Food Youth Network Valli Orobiche e Rete Giovani Bergamo, che al Monastero di Astino organizzeranno un evento spin-off di Food Film Fest 2016. Nell’antico refettorio del Monastero, dal 16 settembre verrà allestita una mostra sensoriale sul tema dei semi e legumi. Le installazioni prevedono un primo step legato ai sensi del tatto, dell’olfatto e del gusto, con particolari scatole sensoriali e assaggi delle creme di Cibolab. Una seconda sezione coinvolgerà i sensi dell’udito e della vista con la proiezione di film delle passate edizione del Festival dedicati alle leguminose.

La mostra, ad ingresso libero per il pubblico, nasce dal racconto di Hungry and foolish, il film prodotto da RAI in concorso al Food Film Fest.

Mercoledì 14 – ore 18.30 DOMUS BERGAMO

LA BRUSCHETTA BERGAMASCA

Il Laboratorio si relaziona al film LANDS FOR FREEDOM(Belgio) e intende mettere in evidenza come anche sul nostro territorio si sviluppano pratiche virtuose per il recupero rurale dei grani locali e per la difesa della biodiversità. Interverrà ASPAN per parlarci del recupero e della coltura del grano bergamasco. E’ prevista la preparazione e la degustazione della “Bruschetta Bergamasca” con pane ASPAN e olio extravergine dell’Azienda Il Castelletto di Scanzorosciate. Il Laboratorio si chiude con un bicchiere di Valcalepio  proposto dal Presidente del Consorzio Medolago Albani

Giovedì 15 – ore 18.30 DOMUS BERGAMO

LO SPRECO ALIMENTARE

Il Laboratorio si relaziona al film BEST BEFORE (Inghilterra) e intende metter in evidenza come i meccanismi contro lo spreco alimentare possano avere dei profili quotidiani. Interverranno ARETE’ e la Cascina del Ronco/OIKOS (Comunità del Cibo Slow Food) e il GAS (Gruppo di Acquisto Solidale) di Torre Boldone che opera nella rete per il recupero e la lotta allo spreco. È prevista la preparazione e la degustazione delle torte salate di verdure, recuperate e fornite da Aretè, accompagnata da un bicchiere di vino della Cooperativa Sociale OIKOS e pane ASPAN.

Venerdì 16 – ore 18.30 DOMUS BERGAMO

LA SARDINA ESSICCATA E I VINI FRANCIACORTA

Il Laboratorio si relaziona al film BEKENDOR (Russo-Ucraino) e il parallelismo è dato dalla nostra realtà del lago d’Iseo dove un numero ristretto di pescatori salvaguarda la pesca e la produzione della Sardina Essiccata tradizionale del Lago di Iseo presidio Slow Food. In abbinamento il vino della vicina Azienda Barone Pizzini, una delle prime ad adottare pratiche biologiche nella produzione dei propri vini. È prevista la degustazione della Sardina essiccata in abbinamento ai vini di Barone Pizzini,  alla polenta Innocenti e al  pane ASPAN.

programma fff 2016 ok

PER PRENOTAZIONI SCRIVI A:

prenotazioni@slowfoodbergamo.it

Ai partecipanti è richiesto un piccolo contributo che verrà devoluto all’iniziativa  10.000 Orti in Africa.

orti in africa

SLOWFOOD_10000-Orti-in-Africa