IX Congresso nazionale di Slow Food Italia “Insieme per condividere un futuro migliore”

A partire da domani, venerdì 6 luglio, fino al pomeriggio di domenica Montecatini Terme sarà la “Capitale” di Slow Food Italia ospitando il IX Congresso nazionale dell’associazione a cui parteciperanno anche quattro delegati di Slow Food Bergamo.

Numerosi gli eventi che coinvolgeranno tutta la città.

Si parte venerdì e sabato, dalle 8 alle 13, in via Mazzini con il Mercato della Terra, con una selezione delle migliori produzioni territoriali a cui si aggiungono i Presìdi Slow Food provenienti da tutta la Toscana. Non ci saranno però solo eccellenze da acquistare, ma anche da conoscere, toccare, provare con due laboratori (gratuiti e senza obbligo di prenotazione) su olio e formaggi, quest’ultimo rivolto in particolare ai bambini e alle loro famiglie.

Un momento di approfondimento particolare sarà dedicato al legame esistente tra cibo e salute.
Venerdì 6 luglio dalle 10 alle 12 nella sala convegni dell’hotel Le Tamerici ci sarà l’incontro “Cibo, salute, ambiente”, moderato da Patrizia Ucci, odontoiatra, responsabile Ass-pg23 Bergamo e responsabile Cibo e Salute per Slow Food Lombardia e a cui interverranno Vittorio Fusari, cuoco dell’Alleanza e co-autore del libro “La felicità ha il sapore della salute” (Slow Food Editore) insieme al ricercatore Luigi Fontana; Mara Ramploud, medico specializzato in Scienza dell’alimentazione; Michele Sozio, nutrizionista; Stefano Parini medico internista e Diabetologo Ausl Bologna, gruppo Amd – Associazione medici diabetologi.

Ai lavori del IX Congresso nazionale di Slow Food Italia, che si apriranno ufficialmente alle 15 al Teatro Verdi con il saluto del sindaco Giuseppe Bellandi e l’introduzione del presidente nazionale uscente Gaetano Pascale, e si concluderanno con il discorso del presidente Carlo Petrini, parteciperanno, tra gli altri, Giovanni Toti e Steano Bonaccini, presidenti rispettivamente delle regioni Liguria ed Emilia Romangna, del direttore generale del Ministero del Turismo Francesco Palumbo, dell’economista Stefano Zamagni e della giornalista e scrittrice Luciana Castellina. Dalle 20,30, per i delegati e i partecipanti al congresso Cena sotto le stelle in via Cavallotti, ospiti degli alberghi della città.

Sabato 7 l’intera giornata congressuale sarà dedicata a lavori di gruppo, con l’obiettivo di raccogliere opinioni, sensazioni e visioni dai 650 delegati, per consegnarle al nuovo gruppo dirigente che sarà eletto domenica per impostare le politiche associative che saranno messe in atto fino al 2020.

Domenica, giorno conclusivo, i lavori riguarderanno la nomina degli organi dirigenti e di controllo dell’Associazione, il cambiamento dello statuto e la relazione finale del nuovo gruppo di persone che saranno chiamate a guidare Slow Food Itala nei prossimi due anni.