Salone del Gusto e Terra Madre

Attività di SF Lombardia e della Condotta di Bergamo

Quest’anno la presenza al Salone del Gusto di SLOW FOOD LOMBARDIA si articola su diversi momenti così riassunti:

TERRA MADRE DI LOMBARDIA
Tre percorsi sui quali si snoda la nostra azione:
· DOLCI ACQUE DI LOMBARDIA
· ANTICHI SEMI
· PRODUZIONI DI MONTAGNA
che riproducono approssimativamente le tre macro fasce territoriali della Regione, e che trovano sintesi ed unità all’interno del grande progetto di Slow Food Italia: “Nutrire Milano, energie per il cambiamento”, che si focalizza sul rapporto tra città e campagna.

LE CONDOTTE PRESENTANO I LORO PROGETTI: Uno spazio a disposizione delle condotte per presentare i loro progetti di punta.

I PRODUTTORI AL SALONE: Esempi di produzioni buone, pulite e giuste.

GENTE DEL FUD: Food blogger con piccole postazioni-mobili e tanti appassionati al seguito.
Insieme al produttore e a Slow Food parleranno al pubblico di 2 prodotti scelti fra quelli presenti al salone, ne illustreranno usi e ricette e infine li faranno degustare.

Tutti gli eventi si svolgeranno presso lo stand Slow Food Lombardia/Nutrire Milano 2E-101/105.
In alcuni casi la parte degustativa si svolgerà all’interno dell’adiacente Stand della Regione Lombardia 2E/102 e, con esclusione di quelli riservati ai giornalisti, sono ad accesso libero fino ad esaurimento posti.

Puoi scaricare qui il programma completo delle attività di Slow Food Lombardia al Salone del Gusto e Terra Madre


In generale sul Salone

Per la prima volta nell’edizione 2012, Salone del Gusto e Terra Madre si fondono in un evento unico che racconta la straordinaria diversità agroalimentare di ogni continente, dando voce a tutti i piccoli produttori che, nel Nord come nel Sud del mondo, si ispirano al buono, pulito e giusto, producendo un cibo la cui qualità è definita dalla bontà organolettica, dalla sostenibilità ambientale e dalla giustizia sociale.

Dal 25 al 29 ottobre 2012 Torino ospita, al Lingotto Fiere e all’Oval, il nuovo Salone del Gusto e Terra Madre.
Il Salone del Gusto porta in eredità il successo consolidato nelle passate otto edizioni e un patrimonio di produttori eccellenti, cuochi, Laboratori del Gusto, Presìdi, istituzioni. Dal canto suo, Terra Madre rappresenta una rete di comunità del cibo, accademici, cuochi, giovani provenienti da 150 Paesi.
L’obiettivo è di creare il più importante appuntamento mondiale dedicato al cibo, capace di unire il piacere gastronomico e la responsabilità nei confronti di quel che mangiamo e di chi lo produce, affiancando all’esperienza gustativa – che rimane un caposaldo del Salone – la conoscenza delle donne e degli uomini che coltivano, allevano e trasformano i prodotti alimentari di tutto il mondo, dei territori in cui questi nascono e hanno radici profonde.

In questo percorso, Salone del Gusto e Terra Madre toccano alcuni temi cruciali legati alla produzione e al consumo del cibo: dal ruolo dei giovani e delle piccole produzioni tradizionali nel futuro dell’agricoltura alla difesa del paesaggio, dalla battaglia per un’agricoltura libera da Ogm alla tutela dei pastori e dei piccoli pescatori, dal rafforzamento del rapporto fra produttore e consumatore alla promozione di scelte più responsabili e informate in campo alimentare, nella piena consapevolezza dei loro effetti sulla salute, sull’ambiente e sul sistema produttivo.

Salone del Gusto e Terra Madre, a partire da quest’anno, sono quindi interamente aperti al pubblico e offrono a tutti i visitatori la possibilità di scoprire i sapori delle regioni italiane, le comunità del cibo europee, asiatiche, africane e americane, i Presìdi di tutto il mondo (dal Perù alla Malesia), i protagonisti dei mille orti che Slow Food sta realizzando in Africa; di partecipare ai percorsi di educazione (per adulti e bambini), a conferenze e dibattiti, degustazioni e momenti di scoperta gastronomica (attraverso guide speciali come chef affermati ed emergenti, produttori di vino ed esperti culinari che “salgono in cattedra” nelle consolidate formule dei Laboratori e Teatri del Gusto, dei Master of Food e degli Incontri con l’Autore). Un’opportunità unica, per conoscere sapori insoliti o per scoprire che la vita di un pastore norvegese non è poi così diversa da quella del suo collega etiope.

Il futuro del cibo è il futuro del pianeta. Per questo, essere a Torino dal 25 al 29 ottobre è più importante che mai.
Perché un mondo migliore – più buono, pulito e giusto – ha radici profonde in quello che si trova nel nostro piatto.
Perché dalle nostre scelte quotidiane dipendono l’ambiente, l’economia, la società di domani.

  • 950 espositori, 300 Presìdi Slow Food, produttori e prodotti delle comunità del cibo di 130 Paesi
  • oltre 150 appuntamenti tra Laboratori e Teatri del Gusto e Master of Food
  • 25 Appuntamenti a Tavola ospitati nei migliori ristoranti del territorio
  • 50 conferenze sui temi più cari a produttori, consumatori, ristoratori e ricercatori
  • percorsi didattici per bambini e adulti
  • aree di ristorazione dove i cuochi della rete di Terra Madre fanno conoscere i prodotti dei loro territori
  • tra gli eventi speciali del Salone del Gusto, la presentazione della guida Slow Wine, per incontrare i migliori viticoltori sotto il segno della chiocciola
Sito internet: salonedelgustoterramadre.slowfood.it
Programma: