Il fornello della Murgia

fornello-della-murgiaGrazie all’ospitalita della Trattoria “Al Vecchio Tagliere di Zanica”, che vi ricordiamo fa parte dell’Alleanza Cuochi-Presidi Slow Food, Le Condotte di Bergamo, Bassa Bergamasca e Valli Orobiche propongono “Il Fornello”, un tipo di cottura della carne alla brace che in Puglia ha radici molto antiche.

Diffuso soprattutto nelle province di Bari, Brindisi e Taranto, la carne al fornello ha come fulcro la Murgia dei trulli, delle grotte e delle gravine, con i suoi paesi suggestivi. E’ nelle vie del cuore antico delle città dove si mantiene viva l’usanza del fornello: macellerie con un forno interno dove arrostire la carne appena scelta al banco.

Il fornello, che oggi è una consuetudine che attira molti turisti, in origine era strettamente legato al mondo contadino povero, quello dei latifondi, dove i braccianti vivevano umilmente, costretti a regimi alimentari frugali.

Il menù proposto abbina alle carni preparate e cotte al fornello Presidi pugliesi e prodotti tipici del territorio. Il Gruppo della “BOMBETTA”, sarà con noi a cucinare e a proporre uno dei più invitanti e qualificati “cibi di strada” elaborati con le materie prime originarie del territorio.

quellidellabombetta

Il menù

Antipasto
Capocollo di Martina Franca (presidio Slow Food) -­ Salumificio Santoro, Cisternino
Mozzarella fior di latte -­ Caseificio Palazzo, Putignano ­
Burrata -­ Caseificio Palazzo, Putignano ­
Friselline Sen. Cappelli con pomodoro regina di Torre Canne (presidio Slow Food) e olio dell’oleificio Intini, Alberobello ­

Primo “piatto Terra Madre”
Cavatellucci di semola senatore Cappelli (comunità di Terra Madre della Valle d’Itria) con cipolla rossa di Acquaviva (presidio SF), capocolo di Martina Franca (presidio SF), passata di Torre Guaceto (presidio SF), su letto di purea di fave di Carpino (presidio SF).
Accompagnato da carote variegate di Polignano (presidio SF)

Secondo “il fornello della Murgia”
Salsiccia di maiale a punta di coltello (tagliata a mano a piccoli pezzi , condita con sale, pepe macinato e vino).
Zampina (salsiccia sottile mista di maiale e vitello, macinata media e condita con aromi vari).
Bombetta (fagottino di capocollo di maiale ripieni di formaggio canestrato, prezzemolo, sale e pepe).
Gnumerieddi (involtini di interiora; fegato, polmone, cuore di agnello, agnellone e capretto, legato insieme dalle budella dello stesso animale).

Macelleria Vito Pugliese, Alberobello ­

Dessert
Biscotto Cegliese (presidio Slow Food) – panificio La Fornara, Ceglie Messapica

Vini
Fiano Minutolo, Primitivo di Gioia del Colle -­ cantine Polvanera, Gioia del Colle

In tavola troneggerà il mitico pane di Altamura (presidio Slow Food) preparato con lievito madre e cotto nel forno a legna, ideale accompagnamento per i cibi che saranno serviti, prodotto dal Panificio Di Gesù, Altamura.


Quando: giovedì 12 Marzo 2015 ore 20.00

Dove: Al Vecchio Tagliere, Via Libertà, 87, Zanica

Costo: 35 euro per i soci, 40 euro per gli aspiranti soci

Per iscriversi: scrivere un’email a prenotazioni@slowfoodbergamo.it indicando nome e cognome dei partecipanti, cellulare e se si è Soci Slow Food