Canederli con speck

Sono grossi gnocchi di pane raffermo di forma sferica o ovoidale. I Knöedel sono una preparazione
antichissima che evidenzia la bontà della cucina povera fatta con il recupero degli avanzi, in
particolare il pane. Nella zona del Lago di Caldaro sono aromatizzati in vario modo: formaggio,
speck, spinaci o erbe selvatiche.

Ingredienti per 6 persone

  • 600 g mollica pane raffermo
  • 200 g speck (Roberto utilizza 50 g speck e 150 g carne affumicata tagliati a pezzettini)
  • 2 bicchieri latte temperatura ambiente
  • 1 cipolla piccola tritata finemente
  • 2 uova
  • farina q.b.
  • sale
  • 1 cucchiaio olio

Procedimento
Tagliamo la mollica rafferma a tocchetti e mettiamola in ammollo nel latte per 30 minuti.
Eliminiamo quindi delicatamente eventuale latte in eccesso ed uniamoci le uova sbattute, lo speck e
la carne affumicata (fatti brevemente soffriggere in una padella antiaderente con poco olio e la
cipolla). Aggiustiamo di sale e, se occorre, aggiungiamo un poco di farina in modo da raggiungere
una consistenza simile a quella di un ripieno. Sarebbe bene farli riposare almeno 1 ora in frigorifero.

Cuociamoli per 10-15 minuti (dipende dalle dimensioni) in brodo vegetale. Li possiamo servire infine in diverso modo: con il brodo, asciutti oppure conditi con burro. Li possiamo altresì servire come contorno di una succulenta carne in umido o arrosto.

Variante: possiamo aggiungere a piacere 50 g burro fuso, noce moscata, erba cipollina o pepe.